Il Deserto di Agafay a pochi chilometri dalla Medina di Marrakech

deserto di agafay

Una mini guida per capire in che modo organizzare un’escursione o una notte nel deserto di Agafay.

5 consigli utili su cosa fare per godere, in modo originale, di questo deserto roccioso a due passi dalla Medina.

Se hai più giorni a disposizione per la tua visita di Marrakech, ti consiglio di inserire nel tuo itinerario il deserto del Sahara; sono necessari almeno 5/6 giorni. 

Leggi questo post per capire in che modo raggiungere il deserto di Agafay e quali attività non puoi assolutamente perderti.

Dunque il Marocco è un turbinio di emozioni, un melting pot di culture e sapori, una nazione che sta lavorando sempre di più a favore del turismo e, anche se in un’altro continente, resta una meta facilmente raggiungibile da tutta l’Europa, anche solo per un week end.

Nello specifico la medina di Marrakech sta attualmente subendo un programma di riabilitazione. Dotato di un budget di 485 milioni di dirham, finanziato dai ministeri degli interni, dall’edilizia abitativa e dal turismo, nonché dal comune urbano di Marrakech e dal comune di Mechouar.

In effetti questo progetto mira a dare un nuovo respiro al patrimonio storico della Medina.

Ma vediamo con attenzione in che modo visitare il deserto di Agafay.

FALLO ORA

Se vuoi ricevere i migliori consigli di viaggio e lasciarti ispirare con suggerimenti, guide e informazioni esclusive, iscriviti gratuitamente alla mia newsletter.

1. Deserto di Agafay: dal caos di Marrakech al silenzio del deserto

Per iniziare potresti optare per un Driver privato. Puoi richiederlo (in anticipo) al riad presso cui deciderai di soggiornare a Marrakech o se dovessi decidere di trascorrere una notte nel deserto, puoi prenotarne uno presso l’hotel di Agafay.

Qualora volessi optare per il mio driver di fiducia in Marocco, non esitare a contattarmi in privato per ottenere tutte le info o se semplicemente vuoi farmi qualche domanda più nello specifico. Ad ogni modo trovi nella mia Guida “Marrakech: cosa vedere, quando andare e dove dormire” tutte le info per organizzare in totale autonomia il tuo viaggio a Marrakech.

Il driver lo pagherai in loco e dovrai accordarti sull’orario e sul luogo per il pick up e per il drop off.

Dunque considera che il deserto di Agafay dista 40 chilometri da Marrakech e che non impiegherai molto a raggiungere la tua destinazione. 

Quindi pensa ad un ipotetico programma che potresti seguire, in tal modo capirai meglio a che ora lasciare Marrakech e come organizzare la tua giornata. 

Inoltre se deciderai di trascorrere una notte nel deserto di Agafay, la struttura che ti ospiterà potrà sicuramente offrirti una serie di escursioni da fare in loco.

Ad ogni modo ti consiglio comunque di prenotarle anticipatamente.

2. Deserto di Agafay: cosa fare

deserto di agafay

Sebbene non sia il deserto del Sahara, è una validissima alternativa per trascorrere delle ore divertenti in Quad, Camel Trek o quant’altro.

Tuttavia ciò che ti affascinerà di più saranno i colori che in questa parte dell’Africa vanno dall’ocra al rosso, incorniciando le aree aride della Cordigliera dell’Atlante. Nonostante la loro latitudine, l’altitudine di queste montagne ti permetterà di vedere le cime innevate. 

Inoltre gustati una fantastica cena Berbera in uno dei lodge che ti suggerisco in seguito.

Per riassumere, ti consiglio di lasciare Marrakech in mattinata, e di raggiungere prima il Lago Takerkoust in circa 40 minuti, dopodiché in soli 30 minuti arriverai nel deserto di Agafay. Oppure potresti arrivare prima ad Agafay con il tuo driver e noleggiare un quad o una 4×4 per raggiungere il Lago Takerkoust.

Non aspettarti il Sahara, il panorama è roccioso, per quello dovrai dedicare al tuo viaggio almeno 5 giorni. Qui scoprirai una distesa di altopiani rocciosi che crea un vero e proprio affascinante paesaggio lunare.

deserto di agafay

Successivamente potresti Gustati un thè nel deserto che spesso è accompagnato da pane, marmellata, burro e olive.

Inoltre cimentati nel trekking andando alla scoperta di piccole oasi. 

Deserto di Agafay o Sahara?

Indubbiamente sono due cose assolutamente diverse, come ti anticipavo prima.

Ma se non dovessi avere molti giorni a tua disposizione per visitare il Sahara, ti consiglio comunque di visitare Agafay in quanto, oltre ad essere vicino Marrakech hai possibilità di fare un meravilgioso trekking immerso nella natura, una cammellata al tramonto, divertirti con il quad o una 4×4 e assaporare una cena berbera sotto le stelle.

Quindi il deserto Agafay costituisce senza dubbio, un’affascinante alternativa al Sahara. 

Nonostante si trovi vicino Marrakech è fortunatamente, ancora una meta non troppo gettonata dal turismo di massa, e vanta un ambiente naturale perfettamente conservato.

La sua particolarità è che si tratta di un deserto di pietra e rocce che offrono un panorama unico, nel quale si ergono bianche dune, la cui forma e colore ricordano quelle Sahariane di Erg Chebbi.

3. Oasi nel cuore del deserto

In aggiunta c’è anche una vera oasi nascosta nel cuore del deserto Agafay. Un’oasi di ulivi, eucalipti e vigneti, uno spettacolo incredibile.

Dopodiché seguendo il corso del fiume, puoi ammirare piccoli splendidi canyon che sono stati scavati da violente alluvioni del wadi.

4. Dove dormire

Ti lascio qui sotto la mia selezione completa dei lodge più belli del deserto di Agafay.

Sono disponibili strutture di pregio e qualche soluzione low cost. Invece nel mio articolo Dove dormire a Marrakech, ti segnalo tutti i quartieri in cui poter alloggiare a Marrakech, gli hotel, i Riad e i lodge più belli ed esclusivi in assoluto. 

Che ne dici dei Riad che ti segnalo?

5. Dove dormono gli architetti

Se vuoi scoprire dove dormono gli architetti Where architects sleep è la guida che fa al caso tuo.

Nessuno apprezza un edificio abbastanza come un architetto e ora, per la prima volta, più di 250 tra i più importanti architetti del mondo condividono consigli utili su dove alloggiare, rivelando tutto da destinazioni rinomate a gemme da scoprire. Con 1.200 inserzioni in più di 100 paesi. È la risorsa, il dono e la porta ideali per viaggi attenti al design in tutto il mondo.

Ti segnalo alcuni degli hotel inseriti nella guida Where architects sleep:

Grazie per aver letto il mio articolo sul deserto di Agafay.

Potrebbero interessarti anche:

FALLO ORA

Se vuoi ricevere i migliori consigli di viaggio e lasciarti ispirare con suggerimenti, guide e informazioni esclusive, iscriviti gratuitamente alla mia newsletter.

Grazie per aver letto il mio articolo sul deserto di Agafay.
Se vuoi una guida completa su Marrakech consulta “Marrakech: cosa vedere, quando andare e dove dormire

Potrebbero interessarti anche:

Previous articleMarrakech: cosa vedere, quando andare e dove dormire
Next articleRiad a Marrakech: 25 indirizzi utili per dormire
A chi non piacerebbe riempire di piccoli timbri tutte le pagine di quel documento chiamato passaporto! Ho iniziato così, seguendo la mia anima che non conosce confini. Perchè è quello che più mi fa sentire viva, che più mi emoziona. Più che viaggiare è scoprire... si viaggia anche a pochi passi da casa...si viaggia ogni volta in cui la sete della scoperta è più forte della solitudine della routine. Il viaggio inizia nel momento in cui lo immagini, ti scava dentro nel momento in cui lo organizzi, lo vivi nel momento in cui pensi a cosa mettere in valigia. Il viaggio ti cambia nel momento in cui fai il primo passo verso una nuova meta. Ti stravolge mentre percorri la strada e consumi le scarpe. Lo rivivi un milione di volte quando lo racconti, quando lo ricordi, quando rivedi una foto, quando lo consigli. E' così che io viaggio ogni giorno. Immagina che quello che hai sempre creduto lontano e impossibile adesso diventa possibile. Chi sei? Perchè lo fai? Se lo hai immaginato puoi farlo. Quelle terre così lontane, quei colori, quegli odori ti appartengono già, devi solo ritornare alle origini, alla natura. Abbandona il meccanismo del consumismo, lascia agli altri il superfluo, il bene più prezioso che puoi regalarti è arricchire la tua anima, regalarti ricordi, momenti. Credi che sia troppo oneroso? può darsi. Dipende dalle priorità e da come organizzi il tutto. Sono Natascia Fois e sono una viaggiatrice. Organizzo sogni, li cucio addosso. Sono una sarta dell'anima. Viaggiatori, facciamo le valigie, consumiamo scarpe e lasciamo impronte indelebili nelle nostre menti, creiamo ricordi da raccontare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here